Si avvisano i visitatori che questo sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile avere maggiori informazioni visualizzando l'informativa sui cookies.

Don Sergio Mesina. Lezione di Etica alla "66 Martiri"

Mercoledì 20 settembre alle ore 20.30 presso l'Auditorium dell'Istituto "66 Martiri",  GruViSe Grugliasco Vive Senza presenta  una conferenza su ETICA condotta da DON SERGIO MESSINA.


L'incontro è gratuito perché ​GRUVISE Grugliasco Vive Senza (senza denaro, spreco e inquinamento - gruppo spontaneo autogestito di mutuo aiuto senza scopo di lucro) propone una visione della Società non basata sul denaro ma sul dono, lo scambio, il baratto, la creazione di una Comunità Viva e Solidale, pensiero condiviso da Don Sergio Messina.

Don Sergio Messina è stato ordinato sacerdote il 17 marzo 1973. Da 26 anni è assistente religioso ospedaliero. Nel 1980 fonda la “Comunità l’Accoglienza”, associazione che nell’arco di una quindicina di anni accoglie 27 minori in affidamento, ospita famigliari di bambini, malati di tumore, ricoverati al Regina Margherita di Torino, nonché diversi extracomunitari. Nel 1990 dà inizio ad una collaborazione economico-educativa col Brasile, inviando volontari, attivando 500 adozioni a distanza e partecipando alla costruzione di strutture educative.
Dal 1993 è presidente e responsabile dell’associazione "l'Accoglienza onlus", che conta oggi circa 400 soci ed è impegnata in progetti di promozione e realizzazione di cure palliative, nonché nella divulgazione della cultura del “Vivere il morire”. Nel 1999 fonda, all’interno dell’associazione, un servizio gratuito di assistenza domiciliare a malati oncologici in fase terminale, che opera, in convenzione con l’ASL 6 di Ciriè , su un territorio di circa 180.000 abitanti, ed ha sinora assistito oltre 700 pazienti. Nel 2000, sempre all’interno dell’associazione, fonda un “Centro di documentazione e ricerca sulle cure palliative”, con sede a Cirié, ricco di oltre 1000 volumi e numerose riviste, inserito in rete e a disposizione per consultazioni e prestiti, sempre gratuitamente, di operatori sanitari e studenti. Attualmente svolge il suo ministero pastorale all’interno di una casa di cura per malati