Si avvisano i visitatori che questo sito utilizza dei cookies. Continuando la navigazione in questo sito, si acconsente all’uso di tali cookies. In alternativa è possibile rifiutare tutti i cookies cambiando le impostazioni del proprio browser. E’ possibile avere maggiori informazioni visualizzando l'informativa sui cookies.

Piano di miglioramento

Per la redazione del Piano di Miglioramento si è tenuto degli elementi conclusivi del RAV e cioè: Priorità, Traguardi di lungo periodo, Obiettivi di breve periodo.

Le priorità che l’Istituto si è assegnato per il prossimo triennio sono:

1.    Mantenere e innalzare i livelli di abilità degli studenti in italiano, matematica e lingue comunitarie.

2.    Promuovere l’autonomia nel metodo di studio. 

3.    Prevenire e contrastare atti di bullismo e di cyberbullismo.

In merito al terzo punto si precisa che non si tratta di una criticità emersa dal RAV, ma che è un’azione che da anni caratterizza l’IC “66 Martiri” per favorire la crescita di cittadini responsabili.

 I traguardi che l’Istituto si è assegnato in relazione alle priorità sono:

1.    Promuovere le eccellenze: certificazioni linguistiche, potenziamento laboratorio linguistico, olimpiadi di matematica, concorsi letterari...
2.    Mettere l’allievo in condizione di organizzare il proprio apprendimento, individuando, scegliendo e utilizzando varie fonti e varie modalità di informazione e formazione, anche in funzione dei tempi disponibili, delle proprie strategie e del proprio metodo di studio e di lavoro.
3.    Promuovere la consapevolezza negli allievi di essere titolari di diritti ma anche di essere soggetti a doveri per lo sviluppo qualitativo della convivenza civile e renderli capaci di assumere comportamenti civili, per poter partecipare alla vita sociale in modo efficiente e costruttivo.

Gli obiettivi di processo che l’Istituto ha scelto di adottare per il raggiungimento dei traguardi sono:

a)    Rendere il curricolo per competenze uno strumento di lavoro generalizzato per tutti i docenti.

b)    Elaborare prove comuni iniziali, in itinere e finali per tutti gli ordini di scuola.

c)    Elaborare criteri di valutazione comuni per tutte le discipline.

d)    Organizzare attività didattiche che permettano agli alunni di apprendere ed essere valutati per competenze.

e)    Generalizzare la pratica di didattiche innovative.

f)     Interagire in gruppo, comprendendo i diversi punti di vista.

g)    Riconoscere i propri diritti e bisogni riconoscendo al contempo quelli altrui, i limiti, le regole, le responsabilità

Allegati:
Scarica questo file (Piano di Miglioramento 2017.pdf)Piano di Miglioramento 2017.pdf[ ]390 kB